Violentissimo schianto nella notte tra giovedì e venerdì in via Cappella Morrone, a un passo dalla zona residenziale di San Bartolomeo: ferito in modo grave un ragazzo di 23 anni di Cassino.
Per cause ancora al vaglio degli agenti del Commissariato di Cassino, coordinato dal vice questore Giovanna Salerno, il giovane a bordo della sua Fiat Punto avrebbe perso il controllo del mezzo finendo fuori strada capovolgendosi più volte. Inevitabile l'impatto con un palo. La vettura è poi carambolata in un fossato. I primi ad accorrere sarebbero stati proprio residenti della zona, svegliati dal rumore sordo delle lamiere. Pochi minuti per notare la vettura fuori strada, poi la corsa contro il tempo per allertare i soccorsi. Sul posto nell'immediatezza il 118 con un'ambulanza e un'automedica che ha provveduto a prestare i primi soccorsi e a stabilizzare il ragazzo che versava gravissime condizioni.

Le complesse operazioni di salvataggio necessarie per tirarlo fuori dall'abitacolo sono state possibili solo grazie al supporto dei Vigili del Fuoco di Cassino, intervenuti con due mezzi. Una volta stabilizzato, il giovane è stato condotto al Santa Scolastica. I medici viste le condizioni critiche, nella mattina di ieri hanno prontamente disposto il trasferimento in eliambulanza all'Umberto I di Roma, dove resta ricoverato in prognosi riservata. Le sue condizioni all'arrivo al nosocomio cittadino erano già state valutate molto gravi.
La dinamica resta al vaglio degli agenti della polizia del Commissariato di Cassino, che dovranno stabilire se a causare la perdita di controllo del mezzo sia stato un problema meccanico, un possibile attraversamento di un animale sulla strada, un malore improvviso o qualche altro motivo. Probabilmente il giovane stava rientrando a casa dopo una serata trascorsa con gli amici. Sale l'attesa per conoscere le condizioni di salute del ragazzo nella speranza che possa presto uscire fuori pericolo.