«Ennesima passeggiata di cinghiali nel territorio urbano (e non solo) del capoluogo ciociaro. Ma di interventi ancora nulla. Sono anni ormai che intervengo sulla stampa locale e nelle trasmissioni televisive, che invio lettere, chiedendo l'intervento urgente dei massimi organi provinciali a tutti i livelli. Ma nulla. Stessa richiesta è stata avanzata, da Paolo Crocetta presidente regionale Anuu e dagli organi provinciali della stessa associazione. Ma nulla. Sembra che la cosa non interessa a nessuno».
È lo sfogo, con tanto di nuovo appello alle istituzioni, di Renato Antonucci, delegato regionale Anuu ai rapporti istituzionale con enti e associazioni.

«Eppure - continua Antonucci - giorni fa abbiamo letto della brutta avventura di una bagnante nella spiaggia di Genova morsa a un braccio da un cinghiale; di cinghiali al parco giochi tra le giostre dei bambini a Cervaro; di cinghiali alle fermate dei bus a Roma. Sarebbe lunga la lista ma voglio rivolgere un nuovo appello di fronte alle centinaia di morti, alle migliaia di feriti, non ci si può fermare, con il rischio di aggressione a bambini che girano per le città, nei parchi, a giocare. Servono interventi. Incontri con gli enti preposti per affrontare la problematica».