I paradossi di un clima che sta duramente colpendo anche in Ciociaria. Da una parte la forte siccità, dall'altra giornata di intensi rovesci.
Sono bastati pochi millimetri di pioggia (3,4) per fare di agosto il mese più piovoso dell'anno, almeno per quanto concerne il capoluogo, in base ai dati dell'ufficio meteo comunale.

Ieri, peraltro, con 35,7 gradi è stata la giornata più calda del nuovo mese, ma soprattutto la terza che ha portato la pioggia, nella quantità necessaria per superare il dato di aprile e fare di agosto il mese più piovoso di uno degli anni più asciutto che si siano finora visti.
Nel 2022, infatti, sono caduti poco più di 250 millimetri di pioggia, di cui 53 ad agosto (in una settimana!), 49,6 ad aprile e 40,8 a febbraio. Gennaio, invece, si è chiuso a 28,6 con una diminuzione rispetto al dato storico di 86,5 millimetri, ma anche marzo ha registrato un deficit pauroso: -98,4.

Finora tutti i mesi avevano un saldo negativo rispetto alla media storia di pioggia. Unica eccezione, appunto, agosto che è già quasi a più 25 rispetto alla media. Il dato di agosto colpisce ancor di più se lo si paragona con quello del 2021. Allora, infatti, erano caduti appena 7,6 millimetri di acqua. Nel 2022 mancano all'appello finora poco meno di 400 millimetri di acqua, un dato drammatico che rischia di avere pesanti conseguenze nei mesi a venire.
Quanto alle temperature se maggio si è chiuso a più 2,1 rispetto al dato storico, giugno è aumentato di 3,4 gradi, luglio di 2,3 e, finora, agosto è già a più 1,3.