Ancora disagi, tubi e strade rotte per i cittadini della zona Foresta di Cervaro. Che tornano a protestare affinché si intervenga, questa volta in modo risolutivo. Ecco il motivo della protesta simbolica dei residenti che hanno volutamente posizionato un passeggino e una carrozzina per indicare in modo diretto la difficoltà vissuta da mamme, disabili e anziani. A scendere ancora una volta in campo è il comitato "Foresta in  Comune" che con questo gesto dimostrativo ha cercato di lanciare un sos d'impatto affinché gli enti preposti intervengano.

«Per l'ennesima volta la rottura di un tubo riparato oltre una dozzina di volte si è rotto. Ormai siamo esausti: ci troviamo sempre qui in via Tre Ponti a Cervaro, dove la rottura delle tubazioni e di conseguenza delle strade sta diventando un problema importante per tante famiglie: qui abitano nuclei familiari con bambini, tanti anziani, persone con disabilità. Capite bene le difficoltà che viviamo ogni giorno. L'appello è a tutti gli enti preposti, nessuno escluso, affinché non facciano cadere nel vuoto questa nostra richiesta. Speriamo in un intervento risolutivo, perché finora tutti quelli messi in campo sono stati temporanei. Non siamo cittadini di serie "B". Abbiamo le stesse esigenze e gli stessi diritti degli altri che risiedono nel comune di Cervaro» hanno rilanciato dal comitato cittadino.

Che già in passato era sceso in campo per segnalare disservizi e problemi, oltre che per far sentire più sicure persone anziane o sole con il pullman della solidarietà.
Un'idea nata durante la prima parte della pandemia, poi risultata vincente durante la ben nota ondata di furti. Che purtroppo sembrano continuare anche ora.