Trisulti, il successo sta nei numeri. Dopo la riapertura della certosa, con la gestione pubblica che ha preso il posto della controversa conduzione DHI, migliaia di visitatori hanno affollato e stanno affollando gli ambienti un tempo frequentati dai monaci. Tenendo presenti il numero di quanti hanno fin qui varcato il portone (circa 38mila persone, ndc) e il trend di questo mese, a fine luglio si toccherà quota 40mila ingressi.

Ad attirare i visitatori è una concomitanza di fattori: innanzitutto, la voglia di riappropriarsi di uno spazio storico, artistico e religioso rimasto chiuso troppo a lungo; la possibilità di usufruire delle visite guidate condotte dalle guide turistiche dell'associazione "La Grangia" (in italiano e in lingua); il ripristino della messa domenicale delle 11, officiata da don Virginio De Rocchis. Beneficiano della riapertura di Trisulti anche le attività commerciali di Collepardo e dei paesi vicini che, con questi numeri elevati, stanno conoscendo un discreto ritorno economico.

E tra pochi giorni, la certosa si farà bella anche di sera, grazie all'iniziativa "Trisulti all'opera", festival lirico organizzato da Regione Lazio, Direzione regionale dei Musei e Lazio Crea: si comincia mercoledì 20 con il concerto "Le donne di Puccini", con l'orchestra "Nova Amadeus" diretta dal M° Davide Dellisanti; sabato 30 il recital "Fantasie d'opera", con Davide Dellisanti; venerdì 5 agosto il concerto "I tre tenori", sempre con la "Nova Amadeus"; mercoledì 10 agosto, "Cavalleria rusticana" con la regia di Giovanna Nocetti e la partecipazione del soprano Carmela Apollonio; martedì 16 il recital pianistico "Lirismo e virtuosismo" con Piero Di Egidio. Direzione artistica Davide Dellisanti, direzione organizzativa Delfo Paone, direzione tecnica Luca Vissani. Ingresso libero con prenotazione, chiamando lo 0775-47024.