«La giustizia va perseguita in tutte le sue forme e per questo come famiglia ci discostiamo da ogni genere di strumentalizzazione». La famiglia di Willy Monteiro Duarte, il ragazzo ucciso di botte nel settembre del 2020, ha voluto lanciare un messaggio attraverso i social.

«Stanno girando molte lettere firmate la "Mamma di Willy" non scritte dalla famiglia. La preghiera è l'unico mezzo che abbiamo per parlare con Willy e resterà sempre una cosa privata», concludo in un post su Facebook.