Anche il territorio di Frosinone raggiunge l'importante traguardo di un Protocollo di Intesa tra le Parti Sociali del Settore Edile e le Istituzioni preposte all'attività ispettiva sui luoghi di lavoro. La firma giunge a seguito di mesi di confronti che, l'11 Marzo 2021, avevano portato alla sottoscrizione di un Protocollo di Intesa tra L'Ispettorato Nazionale del Lavoro (Inl) e la Commissione Nazionale Paritetica delle Casse Edili (Cnce, l'Ente di indirizzo, controllo e coordinamento delle Casse Edili dislocate sui territori e preposte - unitamente ad Inps ed Inail - al rilascio del Durc).

Il Protocollo è finalizzato a consentire forme di scambio di informazioni e dati, nel rispetto del Regolamento generale sulla protezione dei dati (Regolamento UE numero 679/2016) e della normativa vigente in materia di Privacy. Lo scopo essenziale è quello di rendere determinante la collaborazione tra gli Enti al fine di ottenere un interscambio di informazioni e conoscenze che garantiscano la regolarità, la legalità e la leale concorrenza sul mercato degli attori operanti nel Settore Edile.

Sulla scia del Protocollo di Intesa Nazionale, gli Organi Territoriali della Provincia di Frosinone hanno operato al fine di raggiungere una Intesa che consentisse l'applicazione di protocolli indirizzati all'ottenimento di informazioni e dati necessari al Controllo ed alla Vigilanza, al fine di assicurare trasparenza e correttezza dei soggetti operanti sul mercato e contrastare il dumping contrattuale che, come noto, mina gravemente l'equilibrio del mercato e la garanzia di tutela di imprese e lavoratori coinvolti.
Alcuni dei punti salienti vengono di seguito riportati:

"…La Cassa Edile di Frosinone e Provincia, per il tramite della Direzione, attraverso la piattaforma telematica, fornirà all'Itl i dati occupazionali aggregati, relativi a imprese e lavoratori denunciati, le denunce dei cantieri, l'elenco delle imprese che risultano aver chiesto ammortizzatori sociali nonché quello delle imprese nelle quali vengono richiesti periodi di aspettativa non retribuita e con sospensioni di attività.
…Le parti si impegnano a promuovere campagne comuni di informazione finalizzate a diffondere buone prassi ai fini prevenzionistici, nonché a realizzare azioni di studio, di ricerca e di sostegno sui temi della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
…Per l'attuazione del presente Protocollo, la Parti si impegnano a costituire un Comitato Tecnico Scientifico composto complessivamente di sei elementi indicati in modo paritario dalle parti stesse, del quale faranno parte i Direttori, o loro delegati, che si riunirà indicativamente con cadenza mensile; il Coordinatore sarà nominato nell'ambito dei tre elementi designati dall'Itl…"

Erano presenti all'evento per la firma del Protocollo d'Intesa, tenutosi presso la Cassa Edile di Frosinone: il Direttore dell'Ispettorato Territoriale del Lavoro di Frosinone, Giovanni Cucinella; il Presidente ed il Vicepresidente della Cassa Edile di Frosinone, rispettivamente Sandro Sigismondi e Attilio Vallocchia; il Presidente ed il Vicepresidente dell'ESEF-CPT di Frosinone, rispettivamente Fabrizio Dell'Uomo e Flavio Fareta, il Direttore della Cassa Edile e dell'ESEF-CPT, Bruno Caldaroni, la Responsabile del Processo Vigilanza ITL Frosinone, Anna Iole Arena; il Responsabile Team Ispezione 4, Pasquale Lionetti; i consiglieri di amministrazione della Cassa Edile e dell'ESEF-CPT: Ambrosetti Pierluigi, Campolo Domenico, Capogna Daniele, Ferrante Carrante Roberto, Moliri Daniele, Tomeucci Angelo.
Il Protocollo, che è entrato in vigore a decorrere dalla data della sua sottoscrizione, auspica un rinnovamento delle dinamiche di controllo per un Settore, quello Edile, che troppe volte è stato oggetto di eventi legati alla mancata attuazione di norme sulla Sicurezza e sulla legalità.