La chiamano la zona di spaccio di via Bellini. Nel corso degli anni si sono susseguite diverse operazioni di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, arrivando anche a contestare il reato associativo. Eppure, la droga continua a circolare. Lo sa bene la questura di Frosinone che, ieri, ha effettuato una nuova operazione nella zona tra via Bellini e via De Mattias, puntando in modo particolare due appartamenti del quartiere Scalo. A seguito delle perquisizioni effettuate, in una di queste case è stata sequestrata della sostanza stupefacente, una quindicina di grammi di cocaina e un centinaio di hashish.

A quel punto è scattato l'arresto nei confronti di tre persone di nazionalità albanese. In attesa che venga fissata l'udienza di convalida dell'arresto, per i tre sono stati concessi gli arresti domiciliari in un diverso appartamento. Tutti sono rappresentati dall'avvocato Riccardo Masecchia. La zona, comunque, resta fortemente presidiata dalle forze dell'ordine che continuano ad effettuare controlli, sequestri ed arresti per stroncare un fenomeno che, però, non conosce sosta.

A ogni arresto, come spesso accaduto anche in altre zone e altre piazze della città, sono pronti a subentrare nuovi personaggi per far fronte alle incessanti richieste di una domanda che a Frosinone, e non solo, resta sempre molto elevata. Motivo per cui le stesse autorità giudiziarie, da tempo, richiedono oltre ad interventi repressivi, anche una risposta di tipo sociale da parte delle istituzioni.