C'è stata a Roma l'immissione dell'abate Donato nell'abbazia di San Paolo fuori le Mura nell'esercizio del suo ufficio da parte del reverendissimo abate presidente Guillermo Leon Arboleda Tamayo. Un momento solenne, una cerimonia interna che segna l'inizio del suo incarico, in un bilanciamento con il ruolo che detiene a Montecassino.

Mercoledì 8 giugno a mezzo giorno la comunicazione dal monastero era stata chiara: «Sua eccellenza reverendissima dom Donato Ogliari, dal 24 ottobre 2014 arciabate e ordinario di Montecassino, è stato chiamato da sua santità Papa Francesco a guidare la comunità monastica dell'abbazia di San Paolo Fuori le Mura a Roma. A Ogliari è stato inoltre affidato l'incarico di amministratore apostolico dell'abbazia di Montecassino fino a che non sarà eletto il nuovo abate». Per ora resta in abbazia senza lesinare giornate di "lavoro" a Roma nella basilica di San Paolo fuori le Mura.