Tre misure emesse ed eseguite nei confronti di tre giovani georgiani residenti ad Afragola che avrebbero perpetrato furti a Cassino per circa 10.000 euro. Colpi che avrebbero permesso di racimolare beni di prima necessità, per il corpo e di altra natura soprattutto ai danni di un noto supermarket. I militari della Compagnia di Cassino hanno chiuso il cerchio e sono riusciti a risalire all'identità dei presunti colpevoli di 36 e 26 anni.

Nei giorni scorsi gli uomini dell'Arma della stazione di Cassino hanno dato esecuzione a tre misure cautelari: due nei confronti dei giovani georgiani a piede libero, una notificata a uno dei presunti colpevoli, già in carcere per altro. Fondamentali sarebbero state le immagini di videosorveglianza estrapolate dal sistema di sicurezza dell'attività commerciale: le informazioni in possesso dei carabinieri incrociate con quelle fornite dai video avrebbero consentito di chiudere il cerchio.