Prima udienza del processo Anni 2000, che vede imputate ventidue persone, accusate, a vario titolo, di aver gestito il traffico di doga, estorsione, minacce ed intimidazioni, nelle zone dei Comuni di Castelforte, Santi Cosma e Damiano e Minturno. Nel corso della seduta è stato segnalato un altro episodio che sarebbe accaduto di recente, circa una presunta minaccia, che sarebbe stata fatta ad un teste, che ha denunciato l'episodio ai carabinieri, da parte di una persona che non risulta coinvolta nell'inchiesta. Episodio che sarà esaminato in un'altra udienza.

Il protagonista della seduta di ieri è stato ancora una volta il collaboratore di giustizia Dario Camerota, che ha snocciolato un'altra serie di nomi, alcuni dei quali nemmeno indagati in questa inchiesta, ma presenti invece in altre. Tra questi Domenico Scotto e Stefano Forte, già condannati in abbreviato nell'inchiesta Touch&Go, chiamati in causa in quanto ritenuti tra coloro che gestivano il traffico di stupefacenti nella zona di Minturno e che gli avvocati Irace e Santamaria hanno chiesto di sentire nelle prossime udienze. Allo stesso Camerota, nel controesame, sono state poste delle domande dagli avvocati Pasqualino Santamaria e Pasquale Cardillo Cupo. Tra l'altro c'è stata anche la dichiarazionespontanea di Adolfo Pandolfo, uno degli imputati, che ha escluso un suo coinvolgimento nell'attività di spaccio.

Gli imputati attualmente processati davanti al presidente del collegio del tribunale di Cassino, Tania Tavolieri, sono Decoroso Antinozzi, AntonioReale, Marika Messore, Adolfo Pandolfo, Sergio Canzolino, Alessandro Forcina, Giuseppe Di Meo, Ettore, Maurizio, Pierluigi e Gianluigi Mendico, Eduardo e Francisco Parente, Ciro Bonifacio, Fabio Buonamano, Giuseppe Sola, arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Formia; a giudizio insieme a loro altri imputati, che furono solo denunciati. Il collegio difensivo è composto dagli avvocati Pasqualino Santamaria, Pasquale Cardillo Cupo, Roberto Palermo, Camillo Irace, Anna Marciano, Enrico Mastantuono, Francesco Ferraro, Mariano Giuliano, Mario Rossi, Enzo Biasillo, Cesare Gallinelli e Gennaro Caracciolo.