Avevano cagionato il dissesto della società ponendo in essere condotte dolose finendo così nei guai per bancarotta fraudolenta. Protagonisti, un sessantaquattrenne di Monte San Giovanni Campano, in qualità di amministratore e legale rappresentante fino al 2012 e un settantenne di Anagni, suo successore. Il primo è stato condannato a tre anni, oltre all'interdizione dai pubblici uffici per tre anni, mentre il secondo risulta irreperibile. Nella vicenda era finito a processo anche un ferentinate, quarantottenne, che invece è stato assolto in quanto ritenuto amministratore di comodo.

A giudicarli il tribunale collegiale di Frosinone, presieduto dalla presidente Dott.ssa Marta Tamburro. Contro la sentenza pronunciata dal tribunale collegiale di Frosinone verso il monticiano, è stato presentato atto di appello dall'avvocato Danilo Dipani chiedendo l'assoluzione del suo assistito, alternativamente, fino al giorno di svolgimento dell'udienza in Corte di appello, resta ancora in piedi la possibilità di chiedere il concordato in appello per poter ottenere una riduzione di pena di un terzo.

Il ferentinate, risultato amministratore di comodo è stato, invece, difeso dall'avvocato Giuseppe Cialone. Stando alle accuse, gli imputati avrebbero sottratto circa 300.000 euro, costituente il valore delle immobilizzazioni e dei crediti omettendone la consegna alla curatela. Il monticiano, sempre stando alle accuse, prima della procedura fallimentare della società, avrebbe effettuato una erogazione di 30.000 euro a favore proprio e del coniuge, quali soci dell'attività, in danno dei creditori.

Tra le accuse degli imputati, anche quella di aver omesso, presso il registro delle imprese, il deposito dei bilanci degli anni dal 2011 al 2013. Ed ancora aver omesso la consegna alla curatela dell'intera documentazione contabile per l'anno 2011, del modello unico per gli anni 2012 e 2013, delle dichiarazioni Irap per gli anni 2012 e 2013, dei registri fiscali sempre relativi allo stesso periodo, delle fatture emesse e di acquisto e dei registri fiscali.