Giovedì scorso la presentazione ufficiale: torna per il 25 aprile uno degli appuntamenti più amati da grandi e piccini di tutto il territorio. Una tradizione per Cassino. Dopo due anni di stop forzato a causa delle restrizioni imposte dalle norme anti Covid, domani per le strade di Cassino tornerà lo storico "serpentone" della Maratona di Primavera. E la festa sarà doppia: per il ritorno della storica manifestazione, intanto. Ma anche per il 30° compleanno. Tre lustri che la Maratona avrebbe dovuto festeggiare nel 2020 dal momento che la prima edizione della kermesse risale al 25 aprile 1990. Ma due anni fa l'intero Paese era in lockdown il 25 aprile e la maratona venne "celebrata" con la consegna di 500 mascherine da parte del Cus Cassino al Comune di Cassino.

Presente il presidente del Centro Universitario Sportivo Carmine Calce con una delegazione del Cus e il Sindaco con alcuni assessori. Sono migliaia i cassinati che nel corso dei decenni hanno partecipato all'iniziativa. Quella di domani si annuncia come una delle giornate più attese dell'anno. Finalmente pian piano i cittadini si stanno riappropriando degli spazi e dei luoghi. Una giornata tutta da vivere e da godersi all'insegna dello sport e della condivisione.

Infatti, oltre alla maratona che si svolgerà nelle strade della città e per la quale proprio ieri gli agenti della Municipale hanno effettuato i sopralluoghi, ci si ritroverà tutti alla villa comunale per trascorrere ore in compagnia. Un buon pranzo al sacco con familiari e amici, e poi una giornata da vivere in pieno. C'è chi ha partecipato alla prima edizione da bambino e ora partecipa da genitore con i propri figli, le emozioni sono tante e a tradizione si rinnova.