La biblioteca comunale sarà intitolata a Giuseppe Bernardi, ex sindaco ed ex preside dell'Istituto comprensivo di Pofi, politico, amministratore e uomo di cultura prematuramente scomparso sette anni fa. La cerimonia è in programma per venerdì prossimo, 22 aprile, alle 10,30. Una giornata di grande festa per Ceprano che immortalerà il ricordo dell'uomo che per anni ha amministrato il paese, dando il suo alto contributo politico e culturale alla comunità locale.

Il ricordo dell'ex preside, scomparso nel 2015 a soli 68 anni dopo avere lottato contro una malattia che purtroppo non è riuscito a sconfiggere, è vivo in tutti coloro che lo hanno conosciuto. A molti, infatti, l'ex sindaco ha lasciato grandi insegnamenti a livello culturale e politico. Giuseppe Bernardi, Peppe per tutti, era appassionato di storia e letteratura, si dilettava anche nella scrittura di poesie e brevi saggi, amava la lettura, la conoscenza e la sua terra a cui si dedicava curando l'amata vigna.

Eccellente padre e marito, Peppe riservava grande attenzione agli alunni della sua scuola, che conosceva uno per uno e trattava con affetto. Credeva profondamente nei giovani e reputava che la conoscenza fosse il trampolino necessario per il progresso e la crescita. La biblioteca comunale è fra le opere realizzate durante il suo mandato da sindaco, come la ristrutturazione della torre medievale e l'avvio di altri importanti interventi che testimoniano l'impegno politico-amministrativo di un uomo animato dall'alto senso del dovere.

Il ricordo di Peppe, uomo discreto e a volte schivo, con un sorriso accennato, resta dunque vivo fra i cepranesi, e non solo. Alla meritata festa in programma per il 22 aprile parteciperanno oltre ai familiari, le autorità civili e religiose, i rappresentanti delle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio, amici, parenti, colleghi, la moglie Concetta e la figlia Ilaria.