È ufficiale: i Fasti Verulani hanno salutato definitivamente la loro storica collocazione nel cortile di casa Reali in Via Vittorio Emanuele n. 17. Un commiato nostalgico dal luogo che per cento anni lo ha custodito e protetto. Le operazioni di distacco e spostamento della lastra marmorea hanno avuto inizio nella prima mattinata di ieri per poi proseguire nelle ore successive. Un meticoloso e delicato intervento che ha richiesto la massima attenzione da parte della squadra di professionisti e tecnici incaricati.

Il coordinamento è stato affidato al dottor Corrado Ferracci, restauratore regolarmente iscritto all'albo, sotto l'egida della Soprintendenza. Lavori che inevitabilmente hanno catturato l'attenzione della cittadinanza data l'affezione a quello che è un vero e proprio simbolo del baluardo ernico. A spostamento concluso, la lastra marmorea sarà ora oggetto di indagini e azioni di restauro a fronte di «alterazioni cromatiche varie dovute all'esposizione prolungata agli agenti atmosferici». Inoltre sarà disposto il recupero della parte retrostante della lastra, non visibile nella passata collocazione.

Proprio nel 1922, dopo il rinvenimento da parte di Luigi Reali nell'omonimo cortile, l'assessore del tempo Scaccia Scarafoni decise di murarla nel luogo del ritrovamento, pur sacrificando la visione di una faccia dell'epigrafe. A fugare i dubbi circa il futuro dei Fasti è stata la stessa Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio di Frosinone e Latina che ha dato il via a tutto l'iter. Entro la fine di maggio il calendario guadagnerà la destinazione definitiva presso il Museo Civico Archeologico di Veroli, diretto dalla dottoressa Francesca Dalla Porta.

Nel polo è già presente un calco del calendario che cederà così il posto all'originale a chiusura di un cerchio di conservazione e valorizzazione del patrimonio locale. L'epigrafe marmorea non rappresenta solo un reperto di rilevante interesse storico artistico ma racconta da decenni la storia di un'intera città, tanto da esserne diventata il vessillo.