Ferentino ha ricordato nella giornata odierna don Giuseppe Morosini e i martiri delle Fosse Ardeatine, Giovanni Ballina e Ambrogio Pettorini, trucidati il 24 marzo 1944. Appuntamento stamane alle 10, nella cattedrale dei Santi Giovanni e Paolo. Hanno preso parte alla celebrazione in ricordo del sacerdote ferentinate e dei due martiri, insieme all'amministrazione comunale, dirigenti scolastici e scolaresche, associazioni locali e Pro loco.

Al termine della messa i rappresentanti delle istituzioni hanno deposto corone d'alloro presso i monumenti di don Morosini, Ballina e Pettorini. La città non dimentica il sacrificio di don Giuseppe Morosini, medaglia d'oro al valor militare. «Rendiamo omaggio a un esempio di impegno civile e contrasto a ogni forma di totalitarismo - commenta il sindaco Antonio Pompeo - la libertà di cui tutti oggi godiamo la dobbiamo anche don Morosini; come pure la democrazia che ha saputo resistere a prove durissime e saprà preservare i valori fondamentali della nostra civiltà.

Un messaggio, il suo, ancora più importante in un momento drammatico come quello che stiamo vivendo con la guerra in Ucraina. La memoria di don Morosini sarà sempre tenuta viva dalla nostra comunità che la trasmetterà alle generazioni future».