Confronto aperto tra operatori e amministratori sui posteggi extramercato, le postazioni che riguardano i venditori di panini e affini. Nei giorni scorsi si è tenuto sull'argomento un incontro tra il responsabile dell'associazione di categoria "Ambulanti oggi", Antonio Morini, e l'assessore alle attività economiche e produttive Gianni Padovani.

«Alatri ha un patrimonio importante di operatori professionalmente molto preparati sul cosiddetto cibo da strada - ha detto Morini - e valorizzarli è una risorsa per il paese. Abbiamo suggerito di attivare la procedura di legge per individuare sul territorio gli spazi da assegnare, inserirli con deliberazione di Consiglio nel piano di sviluppo delle aree pubbliche, per poi assegnarli con un bando pubblico tramite il Burl».

Si cercano quindi soluzioni per offrire ai cittadini un nuovo e gradito servizio. Morini aggiunge: «L'altro spinoso e non ancora risolto tema del momento è la cosiddetta "spunta" nei mercati del venerdì e del lunedì. È un obbligo preciso di legge, appurato che sul territorio insistono posteggi revocati o riconsegnati, il dirigente del settore deve, come previsto dalla norma regionale e nazionale, metterli a bando».

Sulle richieste e le argomentazioni portate sul tavolo di confronto dal presidente di "Ambulanti oggi", l'assessore comunale Padovani ha detto: «Ci siamo già attivati, abbiamo dato e daremo indirizzi precisi agli uffici. Come amministrazione comunale, abbiamo la precisa volontà di soddisfare l'esigenza dei consumatori e quindi consentire, nel rispetto delle norme vigenti, l'attività dei paninari. I mercati sono un patrimonio importante per Alatri ed è un nostro preciso obiettivo, valorizzarli. L'utilizzo di tutti i posteggi e assegnarli con il bando va nella giusta direzione». Naturalmente ci saranno nuovi confronti per far sì che i mercati vengano valorizzati e che gli operatori possano lavorare al meglio.