Un rogo improvviso si è sviluppato ieri pomeriggio, poco dopo le 17, nel parco di Castel Sindici. Attaccato dalle fiamme, che si sono levate per alcuni metri fino ad annerire la facciata dello storico edificio, uno dei chioschi in legno usati durante le manifestazioni estive nell'area verde. Immediatamente è stato lanciato l'allarme. Lo hanno dato l'assessore Riccardo Del Brocco e il consigliere Daniele Massa, che si trovavano nei paraggi del castello proprio mentre la struttura in legno aveva cominciato a bruciare.

Sul posto sono giunti tempestivamente i vigili del fuoco di Frosinone, una pattuglia della Polizia municipale e i carabinieri di Ceccano. Anche il sindaco Roberto Caligiore si è recato a Castel Sindici per verificare la situazione. Fortunatamente, il rogo è stato domato in pochi minuti grazie all'intervento dei vigili frusinati. Bisognerà, però, accertare le cause dell'incendio, che difficilmente potrebbero essere accidentali.

Sul fatto, comunque, stanno indagando i carabinieri, con l'ausilio dei rilievi che forniranno i vigili del fuoco. Un'ipotesi piuttosto probabile è che il rogo possa essere doloso, anche se ovviamente è da accertare. Poco credibile, invece, il fenomeno dell'autocombustione, a meno che all'interno del chiosco non ci fosse stata qualche linea elettrica attiva che ha causato un cortocircuito, all'origine delle fiamme.