In seguito ad accurati accertamenti svolti dai poliziotti della D.I.G.O.S. della Questura di Frosinone, supportati dalle immagini in possesso degli operatori della Polizia Scientifica ed estrapolate dalle telecamere di videosorveglianza dell'impianto, sono stati  identificati i tre ultras del Lecce  che,  nel corso della recente gara tra la compagine locale e la squadra salentina, si sono resi  responsabili  dell'utilizzo all'interno dello stadio di materiale pirotecnico vietato dalla normativa vigente.

Tale comportamento è stato attentamente valutato nel corso di un'approfondita istruttoria condotta dagli agenti della Divisione Anticrimine della Questura e, sulla base delle risultanze raccolte , il Questore ha adottato nei loro confronti il DASPO, ovvero il provvedimento di divieto di accesso ai luoghi in cui si svolgono manifestazioni sportive, per due anni.