Mamma finisce con l'auto nella cunetta. Con lei in macchina i suoi tre figli di 6, 8 e 11 anni. L'abitacolo della vettura, una Panda, resta incastrato tra il fossato e una sorta di ponte in cemento che porta all'ingresso di un'abitazione. E diventa una trappola. Quando i vigili del fuoco di Cassino intervengono per estrarre i coinvolti dalle lamiere accartocciate capiscono subito che non si tratta di un'operazione facile. Ancor più per la presenza dei piccoli che piangono e chiedono aiuto.
Una volta divelte le lamiere, con il tetto completamente sollevato come una scatola di sardine, il compito non meno difficile passa ai medici del 118: sul posto due eliambulanze e due ambulanze, insieme a diverse pattuglie dei carabinieri di Cassino.

In supporto, anche gli agenti della Polizia di Stato e i vigili urbani, a cui spetta il compito di gestire il traffico letteralmente in tilt a quell'ora. Erano da poco passate le 17 e sulla Casilina, a un passo dal centro commerciale Panorama, era già tutto fermo. Ad avere la peggio è stata la bambina di 8 anni: per lei è stato fatto atterrare il primo elicottero, a poca distanza dal teatro dell'incidente. Ed è stata trasferita al Bambino Gesù di Roma. I fratelli, nonostante le escoriazioni e più di qualche ferita, avevano per fortuna riportato lesioni tali da non far temere per il peggio.

Ma proprio mentre arrivavano da Roma notizie confortanti sulla bimba, considerata fuori pericolo, anche la madre una trentottenne di Cassino è stata trasferita in un nosocomio della Capitale in elicottero. Forte la concitazione del momento, con familiari e amici della donna giunti sul posto: pianti e urla hanno scandito il ritmo di operazioni difficili, condotte dai soccorritori con estrema fermezza e professionalità. Sul posto per molte ore i carabinieri della Compagnia di Cassino: dopo i primi momenti quelli che fanno la differenza in situazioni simili hanno dato il via ai rilievi, per poter ricostruire la dinamica.

Difficile, infatti, comprendere come e perché sia scivolata nella cunetta. Il traffico sulla Casilina, inizialmente congelato, ha ripreso pian piano con senso alternato: la gestione è stata affidata agli agenti della Municipale di Cassino. La normalità è stata riconquistata solo in serata.