Usura e sovraindebitamento. Due facce di una medaglia che racconta famiglie in crisi e vite sospese.
Cassino e il Cassinate non sono purtroppo esenti da un fenomeno sempre più diffuso, acuito dalla pandemia che ha dato il colpo di grazia a molte famiglie e piccole e medie imprese che si trovavano già condizioni precarie.

Spesso a raccontare la crisi sono le tante operazioni di polizia giudiziaria che mettono un freno alle pratiche estorsive e ai prestiti a strozzo. Ma prima di finire in "mani sbagliate", un'altra strada è possibile.

Ne abbiamo parlato con chi ha creato l'associazione "Puntodifesa" che può contare su più professionalità convergenti. Una realtà importante, con sede a Cassino, per tendere una mano - con competenza e professionalità - a chi crede che tutto sia precipitato.
Ecco cosa ne pensano il presidente Alessandro Cervelli e Luigi Mariniello.

Usura e sovraindebitamento. Un cane che si morde la coda...
«Dopo diversi anni di battaglie e la gestione di numerosi sportelli antiusura e di prevenzione al sovraindebitamento della Regione Lazio, posso affermare spiega Cervelli in tutta franchezza che, purtroppo, fin quando gli istituti di credito non seguiranno, concretamente, la normativa inerente alla valutazione preventiva del merito creditizio le famiglie e le piccole e medie imprese (Pmi) saranno sempre soggette ad avvilupparsi su cicli di sovraindebitamento, che conducono inesorabilmente all'usura».

Nel rispetto della privacy, c'è qualche storia che vi è rimasta dentro più delle altre?...CONTINUA...

DA NON PERDERE!

Tutti gli approfondimenti su questo argomento sono disponibili nell'edizione odierna, in edicola o nella versione digitale di Ciociaria Oggi.

EDICOLA DIGITALE: Approfitta dell'offerta, un mese a soli € 0.99