Un volo per diverso metri mentre stava verificando la solidità di un ponteggio per un vano ascensore, in una palazzina in costruzione a Piedimonte. Il titolare di una ditta, un quarantenne di Cassino, ha rischiato davvero molto, vista la dinamica. Ma per fortuna, nonostante le ferite riportate, ha portato a casa la vita. L'incidente sul lavoro è avvenuto lunedì.

Ancora poco chiare la cause che hanno portato il quarantenne a precipitare per diversi metri. Sembrerebbe che l'uomo fosse impegnato in una verifica su un ponteggio di almeno nove metri.
Una verifica proprio per tastarne la stabilità. Poi l'imponderabile.

Dalle primissime informazioni trapelate, sembrerebbe che il titolare della ditta abbia messo il piede su un pezzo di legno che non ha retto. Circostanza, comunque, da verificare. Poi il crollo. E la corsa disperata in ospedale. Inizialmente si è temuto il peggio: nessuno era riuscito a capacitarsi dell'accaduto.

Trasferito a Frosinone, è stato sottoposto a un delicato intervento almeno stando alle prime informazioni trapelate ma per fortuna non è in pericolo di vita.
Un miracolato. Saranno ora le competenti autorità preposte a far luce sull'accaduto a verificare cosa abbia provocato l'incidente sul lavoro. Cosa non abbia funzionato in termini di prevenzione.

Così come indicato a dicembre da Gre e Ansmi, occorre tornare a investire sulla formazione e sulla prevenzione per limitare, anzi eliminare i rischi sui luoghi di lavoro.
Non solo per le vittime, ma anche in considerazione delle decine di casi gravissimi che si registrano sul territorio. Alcuni mesi fa era stato bloccato un cantiere a Sant'Angelo ed erano stati controllati due uno a via Sferracavalli e un altro a Sant'Elia Fiumerapido segnalati dai cittadini per alcune inadempienze.