«La sicurezza prima di tutto»: questo il grido di allarme della minoranza consiliare di Cervaro a seguito dei recenti furti subiti da alcune famiglie locali.

I consiglieri Otello Zambardi, Giuseppe Lambro, Simona Valente e Matteo Canale Parola, hanno chiesto al sindaco di istituire una vigilanza da parte dei vigili urbani, soprattutto nelle tarde ore pomeridiane e fino al termine del servizio, allo scopo di sorvegliare maggiormente le zone periferiche del paese.

Con particolare attenzione alle località di Porchio, Santa Lucia e Foresta con collegamento radiofonico con la centrale operativa dei Carabinieri o della Polizia. Inoltre è stato chiesto di installare urgentemente otto telecamere di videosorveglianza sulle strade e svincoli principali del paese e nei punti nevralgici delle frazioni di Porchio, Santa Lucia e Foresta ed in particolare nelle vie di possibile fuga per i malavitosi.

«Chiediamo - aggiungono i quattro consiglieri - che il prossimo bilancio comunale preveda un consistente fondo nel capitolo per la sicurezza dei cittadini e dei beni del popolo cervarese, soprattutto per arginare questa recrudescenza di furti sul territorio comunale.
Non possiamo aspettare fondi dall'esterno perché dobbiamo agire subito. Questo problema non ammette esitazioni. I cittadini hanno diritto alla sicurezza e le istituzioni locali hanno l'obbligo di garantire i mezzi necessari per arginare le violenze e gli illeciti».