Salta anche il recupero del recupero in Fca e così anche oggi gli operai non varcheranno i cancelli dello stabilimento Stellantis di Cassino. Questa mattina le tute rosse erano chiamate in fabbrica per il recupero del "senza lavoro" di martedì 1° febbraio. Contestualmente la dirigenza aziendale aveva annunciato anche un altro sabato lavorativo, il prossimo 19 febbraio, come giorno di recupero del "senza lavoro" del 2 febbraio. Il sindacato di base FlmUCub aveva proclamato lo sciopero per opporsi ai sabati lavorativi e aveva indetto un sit-in per la giornata di ieri: non c'è stato però bisogno di alcun presidio e del conseguente sciopero in quanto la dirigenza aziendale nella mattinata di ieri ha comunicato che oggi, causa mancanza di materiale, i cancelli resteranno chiusi.

Ma non è tutto
Rientro regolare, dunque, lunedì 14 febbraio? Niente affatto! Nel pomeriggio la dirigenza Stellantis di Cassino ha comunicato che i motori dello stabilimento resteranno fermi anche il giorno di San Valentino: la causa è sempre la mancanza di materiale. Tali giornate dovranno essere recuperate e successivamente verranno comunicate le modalità intanto i numeri fotografano una situazione davvero al limite per il sito pedemontano: nei primi 14 giorni di febbraio, su 10 giorni lavorativi per ben 5 giornate i cancelli sono rimasti chiusi. Sono 12 i giorni di stop totale dall'inizio del 2022 su 29 giornate lavorative, pari cioè al 40%.
E la situazione, almeno per il momento, non sembra destinata a cambiare.