La tecnica, ormai, è consolidata: bucano una gomma dell'auto per distrarre l'automobilista e rubano quello che trovano in macchina. Un trucco che si è ripetuto più volte anche ad Alatri e che nelle ultime ore ha colpito l'esponente politico di "Alatri in comune" Tarcisio Tarquini. È stato derubato del borsello che aveva appoggiato sul sedile anteriore, mentre era impegnato a trovare una soluzione al problema di una gomma dell'auto trovata a terra. Il ladro ha aperto la portiera e in un attimo lo ha fatto sparire, come hanno rilevato le telecamere del centro commerciale Panorama, tra Alatri e Frosinone. È nel parcheggio del centro che si sono verificati i fatti che Tarquini ha denunciato ai carabinieri e condiviso pubblicamente per mettere in allarme altre potenziali vittime.

«Non sono il primo a essere derubato in questo modo: il gommista che ha sostituito la ruota ha spiegato mi ha detto che prima di me, in questi giorni, si sono rivolti a lui, vittime di questo stesso tipo di agguato, almeno altre tre persone». Nell'occasione, l'esponente politico lancia anche un appello a chi lo ha preso di mira: «Dentro il borsello c'era una bustina contenente qualcosa che ha un valore solo per me, non commerciabile, non monetizzabile, ma per me, e ripeto solo per me, insostituibile e non risarcibile. Spero di riavere questa bustina, in qualche modo».

Poi alcune riflessioni: «La sorveglianza in queste aree, nei piazzali dei centri commerciali o simili, deve essere costante e attiva, con operatori addetti a fissare i monitor dai quali possa essere visto ciò che accade nelle aree interne e esterne dei padiglioni, così da sventare il pericolo o lanciare l'allarme non appena si manifesta e prima che possa attuarsi».