È ancora alto il numero dei cittadini contagiati dal Covid-19 a Ferentino e non mancano i disagi. Novità sulla raccolta differenziata dei rifiuti e sussidi per i più bisognosi. Di pari passo con l'emergenza sanitaria, cresce infatti quella sociale ed economica.

In isolamento domiciliare, perché positivi al coronavirus, ieri c'erano poco più di 500 cittadini, mentre le scuole in città sono decimate. Sono svariate le classi chiuse nei vari plessi scolastici, soprattutto tra scuola dell'infanzia, primaria e medie, per via dei bambini contagiati.

Ecco le novità per la raccolta differenziata. Il Comune informa la cittadinanza che «ai fini della prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, in ottemperanza all'ordinanza del presidente della Regione Lazio, il Comune di Ferentino informa che in caso di positività al Covid, propria o di un convivente, la raccolta differenziata dei rifiuti (carta, vetro, plastica e metalli, organico) deve essere sospesa fino ad accertata negativizzazione. Tutti i rifiuti domestici prodotti, compresi fazzoletti, rotoli di carta, teli monouso, mascherine e guanti, devono essere raccolti come frazione indifferenziata in almeno due sacchetti l'uno dentro l'altro (o in numero maggiore a seconda della loro resistenza meccanica). Per i dettagli operativi del servizio di raccolta dei rifiuti dedicato (modalità di conferimento, calendario ed orari di esposizione) i cittadini interessati saranno contattati telefonicamente dal responsabile incaricato della ditta Lavorgna Srl Unipersonale».

L'amministrazione Pompeo augura a tutti i cittadini colpiti dal Covid-19 una veloce e completa guarigione.
E poi c'è da affrontare la povertà e l'esclusione sociale aggravate dalla pandemia, per questo il Comune va in soccorso della particolare categoria di cittadini, con l'erogazione dell'assistenza economica straordinaria, considerando che «in città – si legge nella determina municipale - si evidenziano forti segnali di disagio economico, disagio sociale e ristrettezza del reddito da lavoro che possono favorire gravi situazioni di esclusione ed emarginazione».