Le sequenze analizzate, i campioni prelevati, ogni traccia isolata. La professoressa Elena Pilli sta spiegando in aula tutte le attività svolte sui microframmenti prelevati dai nastri che avvolgevano il viso di Serena Mollicone e sul frammento nei capelli della studentessa di Arce, isolato dalla professoressa Cattaneo al Labanof.

"I campioni che vengono messi tutti insieme devono essere ben bilanciati" spiega la professoressa allora consulente del Ris, chiamata a far luce sull'analisi botanica sui frammenti lignei. Finora la professoressa ha parlato di sovrapponibilità tra i frammenti.

Si vuole far luce sui risultati che potranno spiegare se Serena sia stata fatta collidere proprio contro la porta "incriminata", quella dell'alloggio della caserma di Arce. Si tratta di una delle udienze più complesse che si sono celebrate nell'aula di Corte d'Assise di Cassino per il processo Mollicone.