Un ginepraio nel quale resta difficile orientarsi. È quello delle regole Covid per il mondo della scuola. La commissione Istruzione, diritto allo studio del Consiglio regionale del Lazio, presieduta da Eleonora Mattia (Pd), si è riunita in modalità telematica per un'audizione chiesta dall'Associazione nazionale Presidi e alte professionalità della scuola (Anp) e dalla Federazione italiana per il superamento dell'handicap (Fish), per fare il punto sull'andamento dell'anno scolastico in relazione alla situazione pandemica.

«La scuola sta vivendo un momento di seria difficoltà, che avevamo immaginato e fatto presente già prima della ripartenza» ha esordito Cristina Costarelli, preside del liceo scientifico Isaac Newton di Roam e rappresentante per il Lazio dell'Anp.

«Ogni giorno le scuole spendono quasi tutto il loro tempo per l'emergenza sanitaria –ha proseguito la dirigente scolastica – e la nostra fatica sarebbe anche secondaria, se fosse garantita una didattica efficace, ma purtroppo il nostro riscontro è che la didattica è limitata, tra situazioni di classi in dad completa o in didattica mista, che rappresenta una vera fatica all'apprendimento, dai più piccoli ai più grandi».

Costarelli ha poi aggiunto che...CONTINUA...

DA NON PERDERE!

Tutti gli approfondimenti su questo argomento sono disponibili nell'edizione odierna, in edicola o nella versione digitale di Ciociaria Oggi.

EDICOLA DIGITALE: Approfitta dell'offerta, un mese a soli € 0.99