È stato arrestato poche ore dopo il delitto il presunto autore dell'omicidio di Anthony D'Onofrio, il ventiduenne originario di Castelforte che ha perso la vita sabato notte davanti al Catrinas Mexican Grill di New York.
Si tratta di Kevin Cuatlacuatl, il diciannovenne che è stato fermato dalla Polizia americana. Nei suoi confronti l'accusa è di omicidio avvenuto sulla 3rd Avenue.

Gli agenti americani, subito dopo il tragico evento, si sono messi subito sulle tracce dell'autore, individuato grazie alle immagini della videosorveglianza. La Polizia di New York sta ricostruendo la dinamica dell'accaduto ma soprattutto sta cercando di capire i motivi della rissa, nella quale sembrano essere rimaste coinvolte più di dieci persone, tra cui Anthony D'Onofrio, trovato steso a terra in una pozza di sangue mentre sulla metropoli americana imperversava una vera e propria bufera.

Tutto si è verificato dopo le tre di notte di sabato, mentre Anthony si trovava in un locale insieme ad alcuni amici. Per motivi ancora da chiarire è iniziata una discussione con un altro gruppo, poi proseguita all'esterno del locale, dove è scoppiata la rissa.
Improvvisamente è spuntato un coltello che ha colpito al torace Anthony, che spirava poco dopo in ospedale mentre un altro ragazzo se la cavava con ferite lievi.
La salma dopo l'esame autoptico è stata composta in attesa dei funerali che si svolgeranno giovedì prossimo; il giorno precedente, come è consuetudine negli Stati Uniti, è prevista la veglia della salma.

Tanti gli attestati di solidarietà giunti alla famiglia di Anthony, il cui padre, Giuseppe di cinquantacinque anni, gestisce un'azienda di noleggio di carrozze.
Quest'ultimo, dopo aver frequentato la scuola superiore a Castelforte, si è trasferito a New York, dove poi ha messo su famiglia, sposando Antonella, donna di origini siciliane. Dal loro matrimonio sono nati Bianca, Simona ed Anthony.

A Castelforte, ieri, si notava di più il dolore di una comunità sconvolta per la perdita di un ragazzo vittima di un destino crudele .Anche il sindaco della città, Angelo Felice Pompeo, a nome suo, dell'Amministrazione e di tutti i cittadini, ha espresso il proprio cordoglio. «Castelforte - ha detto - sta vivendo, con profondo dolore e partecipazione emotiva, la prematura scomparsa a New York di Anthony D'Onofrio, di appena 22 anni. Il giovane, figlio di Giuseppe, era stato a Castelforte qualche anno fa, dove vive uno zio e molti altri dei suoi parenti e amici. Una giovane vita è stata stroncata improvvisamente. A noi resta il dolore e l'impegno di vivere, affinché certe tragedie non si ripetano mai più. Nessuna vita può finire in questo modo. Alla famiglia giunga il pensiero e la vicinanza dell'intera amministrazione comunale e di tutti i concittadini».