Come ogni pomeriggio era salito su un bus per fare ritorno a casa dalla capitale, ma venerdì sera Piero Segneri, 46 anni, a Ferentino non è più tornato.
È stato colto da un malore ed è morto. Poco prima aveva discusso con un passeggero, per difendere l'autista. Passeggero poi fuggito. Una tragedia su cui sono in corso indagini e sulla quale tutti gli accertamenti posti in essere potranno essere utili per fare luce sull'accaduto.

La vicenda
Ha discusso con un passeggero su un bus Cotral, poi è stato colto da malore e si è accasciato su un sedile.
Subito dopo la corsa in ospedale ma, purtroppo, per Piero Segneri non c'è stato nulla da fare. Sarà l'autopsia, oltre alle indagini delle forze dell'ordine, a chiarire cosa sia accaduto venerdì pomeriggio sul bus in partenza dal capolinea dell'Anagnina per Anagni e Frosinone. La salma è a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Piero, che lavorava al Ministero della Difesa, nell'Aeronautica militare, come tutti i pomeriggi era sul pullman per fare ritorno a casa. Stando a quanto ricostruito il ferentinate ha visto un passeggero discutere con l'autista. Il passeggero pretendeva di salire a bordo con un abbonamento scaduto.
Il quarantaseienne è intervenuto per difendere l'autista.
Secondo quanto ricostruito fra i due è nata una discussione che non è sfociata in un contatto fisico, anche se sarebbe stata abbastanza sostenuta. Ci sarebbe anche chi avrebbe visto la vittima sbattere la testa, in modo accidentale, sui supporti della scala interna dell'autobus a due piani. Saranno le indagini e gli accertamenti a chiarire cosa sia accaduto.

Il quarantaseienne ha cominciato a barcollare, si è seduto al suo solito posto. Forse pensava di riprendersi in fretta ma ha perso conoscenza. L'autista e i controllori sono subito intervenuti per prestare soccorso. In attesa dell'arrivo degli operatori del 118 hanno provato a rianimarlo. L'uomo è stato stabilizzato e poi accompagnato al pronto soccorso dell'ospedale "Pertini" dove è però deceduto prima ancora di essere ricoverato. Il passeggero è fuggito.

La notizia della morte di Segneri ha destato tanto dolore e incredulità. Tanti i messaggi di cordoglio ai familiari.
Lascia una figlia di 13 anni. Una persona dal cuore grande e da anni in servizio all'Aeronautica militare.