Colpo armato al market in pieno centro, i carabinieri "studiano" le telecamere. Dopo la rapina ai danni del supermarket iN's di viale Dante, i carabinieri della Compagnia di Cassino stanno mettendo insieme tutti gli elementi raccolti nell'immediatezza con le testimonianze delle persone presenti in quei minuti concitati. Il vero collante non potevano che essere i video delle telecamere. Secondo i beninformati non solo quelle del supermarket ma anche quelle di sicurezza della città e di diverse attività presenti in centro. Sarà lo studio delle immagini a fornire la traiettoria della fuga e a descrivere come il rapinatore sia riuscito a dileguarsi in pochi minuti senza lasciare traccia. O quasi.

In base a una primissima ricostruzione dei fatti, sembrerebbe che il rapinatore dall'accento straniero sia entrato nel market alle 12.45. Volto camuffato e pistola in pugno ha intimato a una cassiera di consegnargli il denaro presente in quel momento: pochi istanti, poco meno di 1.000 euro in tasca e via. Si è fatto largo tra clienti pietrificati e passanti ignari dell'accaduto. Inconsapevoli che quell'uomo dal volto travisato aveva appena messo a segno una rapina lampo. Immediata l'allerta diramata: in ausilio è intervenuta anche la polizia. Posti di blocco ovunque e territorio sotto scacco.

Sono stati persino perquisiti i vagoni dei treni, per evitare che il rapinatore potesse nascondersi tra i pendolari. Nulla. Diverse le piste seguite dall'Arma, che ha tra le mani dettagli utili a ricostruire la dinamica.
Al momento pare sia stata esclusa la presenza di complici con l'auto accesa, pronti a partire. Ma ogni ipotesi resta aperta. Indagini serrate.