Quindici positivi e un'adesione di circa il 70% degli studenti. Sono gli importanti risultati ottenuti dalla campagna di screening sulla popolazione scolastica di Arce organizzata dall'amministrazione comunale con l'assessorato alla pubblica istruzione e la collaborazione dell'istituto comprensivo e del Centro diagnostico Arce.

Nelle due giornate di screening sono stati effettuati in totale 410 tamponi rapidi antigenici, intercettando 17 casi positivi. Per i plessi di Arce gli alunni aderenti sono stati 279, il personale scolastico 39 e i positivi 15.
Per quelli di Roccadarce: alunni 33, personale scolastico 4, positivi 2.

Per i plessi di Colfelice gli alunni sono stati 47, il personale 8 e nessun positivo riscontrato.
"Le due giornate dedicate al tracciamento della popolazione scolastica - si legge in una nota congiunta del sindaco Luigi Germani e dell'assessore alla pubblica istruzione Elisa Santopadre - hanno riscosso una massiccia adesione e ci hanno permesso di riavviare l'attività didattica in presenza con maggiore serenità. Ringraziamo il dirigente scolastico, i referenti Covid-19 dei vari plessi, il Ceo del Centro diagnostico Alessandro Vallone, la referente Daniela Proia, gli infermieri e i sanitari, gli agenti della polizia locale e i volontari della protezione civile per la preziosa collaborazione nella complessa organizzazione logistica. Un plauso anche alle famiglie e al personale scolastico per aver aderito all'iniziativa, dimostrando un forte senso di responsabilità e rispetto per il prossimo.
L'amministrazione comunale augura una pronta guarigione ai bambini colpiti dal Covid-19".

Quindi una precisazione: "Per quanto riguarda l'organizzazione dello screening va precisato che l'amministrazione ha ricevuto in data 29 dicembre la disponibilità del Centro diagnostico a svolgere lo screening e immediatamente si è attivata per reperire le risorse economiche, adottare gli atti amministrativi necessari e coordinarsi con la dirigenza della scuola.
Non risultano pervenute richieste o proposte di screening da parte di consiglieri comunali".