Leggero aumento dei casi di nuove positività al Covid-19 in provincia di Frosinone. Nel bollettino emesso nella giornata di ieri dall'Azienda sanitaria di Frosinone, infatti, si parla di 826 nuovi contagiati, a fronte di 6.118 tamponi effettuati; i negativizzati di giornata sono stati 602 e, per fortuna, nel referto non è stato inserito alcun decesso; i ricoverati sono 83. Per quanto riguarda la distribuzione geografica dei casi, il primato di giornata è andato a Cassino che ha registrato 73 casi; a seguire Frosinone 51, Anagni 31, Sora 30, Alatri e Monte San Giovanni Campano 25, Ceccano e Veroli 24, Fiuggi 21, Cervaro e Piedimonte San Germano 19, Ferentino 18, Atina 17, Arpino 16, San Giorgio a Liri 15, Castrocielo 14, Aquino 13, Esperia ed Isola del Liri 12, Castelliri, Piglio e Sant'Elia Fiumerapido 11, Pontecorvo e Roccasecca 10, Boville Ernica 9, Paliano e Pofi 8.
E poi, ancora, Fontana Liri e Trivigliano 7, Ceprano, Pignataro Interamna e Vallemaio 6, Acuto, Ausonia, Morolo, Patrica, San Vittore del Lazio, Sant'Andrea del Garigliano, Sant'Apollinare, Serrone, Supino, Villa Santa Lucia 5, Arce, Broccostella, Gallinaro, Giuliano di Roma, Pescosolido, Ripi, Sgurgola, Villa Santo Stefano 4, Alvito, Amaseno, Arnara, Casalvieri, Coreno Ausonio, Falvaterra, Fontechiari, Fumone, San Giovanni Incarico, Torre Cajetani, Vallerotonda e Vico nel Lazio 3, Campoli Appennino, Colfelice, Collepardo, Santopadre, Settefrati, Vallecorsa, Vicalvi 2, Belmonte Castello, Casalattico, Castelnuovo Parano, Castro dei Volsci, Colle San Magno, Filettino, Pastena, Pico, Rocca d'Arce, San Donato Val di Comino, Trevi nel Lazio, Villa Latina e Viticuso 1.

Il Lazio
Ieri, nel Lazio su 22.651 tamponi molecolari e 71.035 tamponi antigenici per un totale di 93.686 tamponi eseguiti, sono stati registrati 12.994 nuovi casi positivi (+898 rispetto alla rilevazione precedete), 6 sono stati i decessi (-9), 1.748 i ricoverati (+14), 204 le terapie intensive ( = ) e +4.225 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 13,8%. I casi a Roma città sono a quota 6.406. La situazione nelle singole Asl ha visto: Asl Roma 1: 3.204 nuovi casi e 0 decessi; Asl Roma 2: 2.605 nuovi casi e nessun morto; Asl Roma 3: 597 nuovi casi e nessun morto; Asl Roma 4: 426 nuovi casi e zero decessi; Asl Roma 5: 1.084 nuovi casi e nessun morto come nella Asl Roma 6 dove sono stati registrati 1.995 nuovi casi. Nelle province, invece, le nuove positività sono state 3.083: Asl di Frosinone: 826 i nuovi casi e 0 decessi; Asl di Latina:1.236 nuovi casi e 4 decessi; Asl di Rieti: 465 nuovi casi e nessun morto; Asl di Viterbo: 556 nuovi casi e 2 decessi. Rispetto al 16 gennaio dello scorso anno, ci sono 1.046 ricoveri in meno in area medica, 82 in meno in terapia intensiva e 30 decessi in meno.

Campagna vaccinale
Procede a buon ritmo la campagna di vaccinazione in tutta la regione. È stata superata la quota di 2,8 milioni di dosi booster effettuate ed è stato raggiunto il 54% della popolazione over 12 anni. Le somministrazioni totali, ad oggi, sono 11,9 milioni e l'obiettivo entro fine mese è di arrivare a 3,5 milioni di dosi booster superando il 70% della popolazione adulta. Sabato sono state effettuate oltre 64.000 somministrazioni di vaccino, il 93% in più rispetto al target commissariale, mentre nella giornata di ieri c'è stata una buona partecipazione per l'open day nella fascia 12-17 anni nelle strutture messe a disposizione da Aiop (dosi booster con vaccino Pfizer) fino ad esaurimento delle disponibilità. Numeri importanti sabato scorso per la prima giornata dell'Open Day Baby 5-11 nella Asl di Frosinone. Circa 400 i bambini vaccinati nella Casa della Salute di Ceccano e nel Presidio Sanitario di Anagni, 200 nelle Case della Salute di Atina e Pontecorvo. Oltre 1.000 i prenotati negli altri cinque hub aziendali pediatrici. Sono stati quindi 1.600 i bambini vaccinati. In totale, sabato, sono state somministrate 5.800 dosi all'intera popolazione.

L'indagine
In Italia il 3 gennaio scorso la variante Omicron era predominante, con una prevalenza stimata all'81%, con una variabilità regionale tra il 33% e il 100%, mentre la Delta era al 19%del campione esaminato. Sono questi i risultati definitivi dell'indagine rapida condotta dall'Iss e dal Ministero della Salute insieme ai laboratori regionali e alla Fondazione Bruno Kessler. Per l'indagine è stato chiesto ai laboratori delle Regioni e Province Autonome di selezionare dei sottocampioni di casi positivi e di sequenziare il genoma del virus. Il campione richiesto è stato scelto dalle Regioni e dalle Province autonome in maniera casuale fra i campioni positivi garantendo una certa rappresentatività geografica e, se possibile, per fasce di età diverse. In totale, hanno partecipato all'indagine tutte le Regioni/Pa e complessivamente 120 laboratori regionali e il Laboratorio di Sanità Militare e sono stati sequenziati 2.632 campioni.