In discesa per il secondo giorno consecutivo l'incidenza. Ieri, infatti, 850 i nuovi positivi su 6.543 tamponi e tasso al 12,99%. Resta forte la pressione sull'ospedale con 85 ricoverati, cinque in più in 24 ore. Stabile il dato in terapia intensiva: sono 8 i ricoverati, ma nessun decesso.

La giornata
È sempre Frosinone per il terzo giorno consecutivo la città con il maggior incremento di positivi con 61. Seguono Alatri a 46, Cassino a 45, Sora a 23, Anagni e Ceccano a 22, Arpino e Veroli a 19, Monte San Giovanni Campano a 17, Esperia e Ferentino a 15, Casalvieri e Piedimonte San Germano a 14, Atina e Pontecorvo a 13, Boville Ernica e Ceprano a 12, Sgurgola e Torrice a 10, Ripi e San Giorgio a Liri a 9, Castro dei Volsci e Isola del Liri a 8, Morolo e Patrica a 7, Aquino, Castelliri, Cervaro, Coreno Ausonio, Roccasecca, San Vittore del Lazio, Sant'Elia Fiumerapido e Supino 6, Ausonia, Fiuggi, Serrone, Torre Cajetani e Trivigliano a 5, Broccostella, Pignataro Interamna, San Giovanni Incarico, Vallecorsa, Vico nel Lazio e Villa Santo Stefano 4, Arce, Castrocielo, Colfelice, Giuliano di Roma, Piglio, Pofi, Sant'Apollinare e Villa Latina 3, Acuto, Arnara, Belmonte Castello, Fumone, Gallinaro, Pastena, Pescosolido, Pico, San Donato Val di Comino, Sant'Andrea del Garigliano, Strangolagalli, Trevi nel Lazio e Vallemaio a 2, Alvito, Amaseno, Casalattico, Castelnuovo Parano, Collepardo, Fontana Liri, Fontechiari, Posta Fibreno, Rocca d'Arce, San Biagio Saracinisco, Sant'Ambrogio sul Garigliano, Santopadre e Settefrati a 1.

Il dato settimanale sale a 2.279 contagiati per una media giornaliera di 759,67. Rispetto alla passata settimana, sempre al mercoledì (2.313 a 771 di media), si ha una contrazione dell'1,46%. Sette giorni fa, invece, rispetto al periodo precedente (1.197 a 399 di media) era ancora in rialzo: +93,23%. E ancora il 29 dicembre rispetto al 22 (509 e 169,67 di media) la crescita era del 135,16%. Dunque, da allora a oggi il trend nei primi tre giorni della settimana è stato il seguente: +135,16%, +93,23%, -1,46%. A gennaio i casi sono attualmente 9.296 a 774,67 di media, numeri mai visti in nessun altro mese dall'inizio della pandemia.

Gli indicatori
Da due giorni di fila scende l'incidenza per 100.000 abitanti: la settimana era cominciata a 1.198,11 nuovo picco, poi ha iniziato a scendere con 1.193,08 e 1.170,23 di ieri. Negli ultimi sei giorni l'incidenza è diminuita quattro volte. Ora bisognerà vedere se è un trend e se dunque il picco è stato raggiunto. Il tasso di positività, invece, sfiora il 13% in discesa rispetto al 15,78% del giorno precedente. In questa settimana il tasso medio è al 13,34%. Siamo ancora su livelli superiori a quelli della passata settimana, archiviata al 12,54%, anche se quella prima ancora era salita fino al 14,66%.

I negativizzati e i ricoverati
Balzo in avanti dei guariti che ieri sono stati 828, quasi quanti i nuovi positivi. La settimana si è aperta con 1.662 negativizzati quando l'intera precedente ne ha avuti 2.413. Cresce ancora il numero dei ricoverati da 80 a 85 in appena una giornata. Sempre 8 come ieri i pazienti affetti da Covid nel reparto di terapia intensiva.

I tamponi
In questa settimana i tamponi giornalieri restano sotto quota 7.000, ieri altri 6.543 per un totale - su tre giorni - di 16.429. A mercoledì scorso erano 16.291. La crescita, pur lieve, continua.

Il bollettino
Nel Lazio - informa l'assessore Alessio D'Amato - su un totale di 109.539 tamponi, si registrano 12.027 nuovi casi positivi (-761), 15 decessi (-28), 1.629 ricoverati (+56), 202 terapie intensive (+6) e +4.993 guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 10,9%. I casi a Roma città sono a quota 5.063. «Rispetto a mercoledì della scorsa settimana sono 4.437 i casi positivi in meno - evidenzia l'assessore - Raggiunta la quota delle 2,6 milioni di dosi booster effettuate, più di un adulto su due ha fatto la dose booster. Oltre 85.000 sono le dosi nella fascia 5-11 anni». Martedì record di vaccini con oltre 70.000, il 28% in più rispetto al target commissariale, in una settimana sono state fatte oltre 120.000 somministrazioni più del target. Per gli studenti potenziato il contact tracing. Si accede solo su prenotazione sulla piattaforma regionale con la tessera sanitaria e indicando l'istituto scolastico.