Indagini serrate da parte dei carabinieri per risalire all'autore del raid incendiario contro l'auto di una quarantenne di Veroli. Nulla viene tralasciato dai militari che hanno subito avviato tutti gli accertamenti del caso dopo la segnalazione dell'incendio avvenuto nella serata di sabato al Giglio. La verolana aveva raggiunto la contrada alla periferia della città ernica per cenare in compagnia dei figli e di alcuni amici in un ristorante della zona. Poco dopo l'arrivo, il raid. Sul posto i vigili del fuoco per domare le lingue di fuoco ed evitare il peggio.

La ricostruzione
Se si tratti di una vendetta, di una intimidazione o altro, saranno le indagini degli uomini coordinati dal comandante Giovanni Franzese a chiarirlo. L'unica certezza è che si è trattato di un incendio doloso.
Sotto la macchina, una Golf, è stata trovata una bottiglia incendiaria. I fatti si sono verificati intorno alle 20.30 di sabato scorso in via I Rotondi. La donna era a cena al ristorante quando qualcuno si è avvicinato alla sua macchina e con una bottiglia incendiaria ha innescato il fuoco. L'incendio all'esterno del locale ha subito attirato l'attenzione di tutti i clienti e dello staff.
Immediatamente sono stati contattati i soccorsi. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco che hanno evitato il peggio. Appena uscita la quarantenne si è resa conto che quelle fiamme avevano avvolto proprio la sua macchina. Oltre ai pompieri sono intervenuti i militari della locale stazione che hanno avviato subito le indagini. Sotto l'auto, come detto, è stata trovata una bottiglia incendiaria. Alla verolana, sconvolta per l'accaduto, non è rimasto altro da fare che presentare denuncia contro ignoti per incendio doloso.

Le indagini
Gli uomini dell'Arma stanno indagando a 360 gradi per risalire all'autore del raid e hanno avviato tutti gli accertamenti di rito per trovare elementi utili alle indagini. Si raccolgono anche testimonianze e si scava nella vita della donna per capire chi, eventualmente, potesse avercela con lei e il perché sia stato appiccato il fuoco alla sua auto. Un sabato trasformato in un incubo per la donna che aveva raggiunto un ristorante del posto per trascorrere una serata in compagnia dei figli e di alcuni amici. Mai avrebbe immaginato che qualcuno potesse distruggere la sua macchina.