Un'anziana è stata scippata a Ferentino, le è stata sottratta la borsa contenente soldi, documenti e telefono. Il nuovo episodio criminale, di qualche sera fa, si è consumato in località Sant'Agata, ed è al vaglio dei carabinieri che presto potrebbero assicurare alla giustizia il malvivente artefice dell'azione delinquenziale. Il grave fatto va ad appesantire l'elenco degli ultimi casi di criminalità accaduti nella città gigliata. Tra i più recenti spiccano la rapina la notte di Capodanno, in centro, a danno di un ventenne del posto, costretto a consegnare una manciata di euro a due suoi concittadini che hanno intimato al giovane di consegnare loro i soldi sotto la minaccia con un coltello. I carabinieri li hanno identificati denunciandoli.

Pochi giorni prima, ma le indagini si sono chiuse in questi giorni, c'è stata l'aggressione in piazza Matteotti a scapito di un giovane guineano di 20 anni spedito in ospedale. Nella circostanza sono 6 i giovani del posto identificati e denunciati dai carabinieri e proposti per la misura del Daspo Willy. Ancora una volta ad intervenire in merito alla situazione spiacevole, è il consigliere comunale e provinciale Luca Zaccari, commenta: «Da inizio consiliatura stiamo evidenziando i casi di microcriminalità oggi in aumento nella nostra città. Lo abbiamo segnalato più volte e non solo polemiche.
Abbiamo fatto molteplici proposte, come per esempio una class action del consiglio comunale nei confronti del Ministero, per l'ampliamento e il potenziamento della caserma dei carabinieri che a Ferentino a sera chiude e l'organico è insufficiente, vanno potenziati pure i vigili urbani.

Il territorio è molto vasto e per prevenire atti di criminalità sia in centro che in periferia, come presso lo scalo ferroviario i cui parcheggi sono ancora sprovvisti di telecamere, bisogna fare uno sforzo in più. C'è una emergenza sicurezza - conclude il consigliere di opposizione Zaccari - noi chiediamo più controlli, più telecamere e il Daspo urbano. Se non saremo ascoltati daremo battaglia»