Ladri vandali devastano la sede della Protezione civile a Torrice. Amareggiati i volontari, che affidano il loro sfogo ai social: «Anche la nostra sede scrivono nelle scorse notti, non è stata risparmiata da qualche banda di ladroni che ha preso in simpatia il nostro paese. Dopo avere distrutto una porta di un'uscita di emergenza, hanno frugato tra le nostre strumentazioni e nei nostri ripiani in cerca di non sappiamo cosa. Fortunatamente, non ci è stato rubato nulla. Il nostro dispiacere, da cui scaturisce questa denuncia sociale, è soprattutto per il danno arrecato a una struttura comunale che ci ospita e ci permette di essere efficienti sul territorio.

Tutti noi siamo rimasti increduli difronte a questa vicenda perché non abbiamo nessun oggetto di valore economico e quello che abbiamo serve per aiutare la popolazione. Non ce l'aspettavamo». Dunque solto danni materiali: i ladri non hanno preso nulla.
Sorprende, però, che abbiano devastato la sede del gruppo, in cerca di chissà che cosa, visto che all'interno oggetti di valore e denaro non ce ne sono. È avvilente trovarsi di fronte agli effetti della furia devastante di malviventi, che calpestano tutto ciò che trovano sulla loro strada.

Rattrista vedere distrutto quanto è stato costruito con sacrifici e attrezzato con dedizione per sostenere i volontari al servizio della collettività. Purtroppo gli episodi criminosi sono diffusi sul territorio, ultimamente le bande colpiscono senza tregua abitazioni, attività commerciali e ora anche le sedi dei volontari. Ormai le famiglie non custodiscono più in casa oro e denaro, per cui sono più i danni che si registrano, oltre alla violazione della propria intimità.