Qualche dettaglio deve essere ancora ricostruito, ma sarebbe stata una lite tra rivali in amore a far finire in ospedale un uomo di Colleferro, 30 anni. Sull'episodio, avvenuto nella notte tra domenica e lunedì scorsi a Sulmona, in Abruzzo, indagano i carabinieri della locale Compagnia di Sulmona agli ordini del capitano Toni Di Giosia. Tutto è avvenuto in un'abitazione del centro storico della città abruzzese nota per la produzione dei confetti, dove l'uomo di Colleferro e un altro ragazzo sono venuti alle mani, a quanto è emerso, per una donna di Sulmona, ex fidanzata del trentenne.

Quest'ultimo si sarebbe recato in Abruzzo proprio per lei, per chiarire le loro divergenze, per parlarle. Ma in casa non l'avrebbe trovata sola. Una situazione che ha provocato una lite tra i due uomini, con il colleferrino finito al pronto soccorso dell'ospedale con qualche ferita, comunque non grave. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Sulmona per accertare l'esatta dinamica dello scontro fisico tra i due avversari in amore.

La donna avrebbe raccontato quanto accaduto nella sua abitazione e i motivi che avrebbero portato i due a darsele di santa ragione. Naturalmente le indagini dei carabinieri proseguono per raccogliere eventuali ulteriori elementi utili. Indagini scattate dal momento che il colleferrino di trenta anni è stato costretto a fare ricorso ai sanitari del pronto soccorso per le ferite riportate a seguito della colluttazione.