Anno nuovo, problemi vecchi. I ladri continuano a fare visita anche durante le feste. Un inizio anno amaro per uno studio di professionisti che sui social ha voluto condividere con il popolo virtuale la loro storia.
«Abbiamo subito un furto con tanto di "scasso" nel nostro ufficio di Sora.  Oltre ad essere rammaricati per quanto accaduto, abbiamo immediatamente denunciato e segnalato il fatto alle forze dell'ordine, oltre a prevedere sin da subito sistema di allarme e di videosorveglianza dei nostri uffici, per scongiurare ulteriori atti di questo tipo - continua il professionista protagonista del furto -. Credo che una società definita "civile" debba costruire i presupposti, affinché le persone tutte, che siano italiani o stranieri, abbiano la possibilità di sognare il loro futuro dove decidono di vivere, senza avere la necessità di doversi arrampicarsi su per i discendenti dei palazzi, per rubacchiare ciò che trovano nei vari appartamenti, tra il degrado mentale e la realtà che non li merita.

Siamo ancora molto indietro in questo, sono molto irato, per quanto accaduto, perché ogni giorno, in quello che facciamo ci mettiamo sacrificio, onestà, passione, e ad inizio anno cominciare così, genera in effetti "confusione" è conclude il suo pensiero social che ha ricevuto molto consenso Non molleremo, tra qualche giorno saremo più operativi di prima, con la forza e il coraggio, che questa città sta cambiando e cambierà, in meglio, ne sono certo». Il problema dei furti non va in vacanza.

Solo il 30 dicembre nel cuore di Sora è piombata la macchina dei soccorsi: ambulanza, automedica, vigili del fuoco e carabinieri per una segnalazione singolare. Dalle testimonianze raccolte dalle forze dell'ordine sembrerebbe essersi trattato di un ladro caduto dal palazzo mentre tentava di compiere un furto. I cittadini chiedono che vengano installate in punti strategici della città delle telecamere per controllare chi entra e chi esce da Sora. Il 2022 di certo ha già portato i suoi primi furti, purtroppo.