L'albergatore Elio Martufi, 83 anni, è stato trovato morto ieri mattina poco prima delle undici all'interno della sua struttura, l'Hotel Broadway, sita nella parte alta della città. Sono stati alcuni amici a trovare il cadavere, arrivati in albergo perchè non riuscivano a mettersi in contatto con lui.

Dai primi accertamenti medici, l'uomo sarebbe stato colto da infarto. Gli amici non ricevevano risposte alle loro chiamate al cellulare di Martufi da martedì. Telefono muto anche ieri mattina, tanto che gli stessi, preoccupati e insospettiti, hanno raggiunto l'albergo.

Dopo aver suonato più volte senza ottenere risposta, sono riusciti ad entrare nell'albergo. Raggiunta la cucina, hanno trovato accasciato a terra il corpo senza vita di Elio Martufi. Immediatamente sono stati allertati i sanitari del 118 e le forze dell'ordine. Sul posto sono prontamente giunti gli operatori del 118, gli agenti del locale commissariato di polizia e il medico legale. Il personale sanitario non ha potuto fare altro che attestare il decesso. La salma è stata trasportata all'obitorio dell'ospedale "Spaziani" di Frosinone.

Da una prima ricostruzione, la morte di Elio Martufi potrebbe risalire a qualche giorno fa. Classe 1939, l'albergatore deceduto era una persona conosciuta e stimata, molto partecipe della vita cittadina e sempre in prima linea nella difesa della sua categoria. Martufi risiedeva abitualmente in Svezia, ma dopo essere rimasto vedovo trascorreva più tempo nella sua Fiuggi vivendo da solo all'interno del suo amato hotel, circondato dagli amici e dalle persone che lo conoscevano. La sua morte lascia l'intera città attonita e addolorata per la perdita di un albergatore di vecchia scuola, protagonista della storia alberghiera fiuggina.
Il servizio funebre è affidato all'agenzia "La Funeraria", che si occuperà delle esequie non ancora fissate.