Acque movimentate all'interno degli asili nido "Babalù" e "Siamo piccoli ma cresceremo", dove il personale sta discutendo con l'azienda sugli orari di lavoro. In merito, la Federazione lavoratori della conoscenza Frosinone-Latina Flc-Cgil ha indirizzato una nota agli addetti della coop "Agathè" dei due asili nido, posti il primo ad Alatri centro e il secondo a Tecchiena.

Nella comunicazione si fa cenno al fatto che la Flc «non sottoscrive accordi con le controparti senza mandato dei lavoratori e senza condivisione». Preambolo che sottintende agli accadimenti di qualche giorno fa, i quali «hanno fatto emergere l'insoddisfazione delle lavoratrici verso le proposte avanzate dall'azienda sul consolidamento degli orari di lavoro», per cui si ritiene necessario «attivare lo stato di agitazione nei nidi».

La Flc, quindi, «Avvierà nei prossimi giorni la procedura di raffreddamento, prevista dalle norme e dalle leggi, dandone comunicazione alle autorità preposte, in primis al prefetto di Frosinone e all'amministrazione comunale».

In conclusione, si dice che la Flc-Cgil «resta disponibile a tutti i livelli, confida in una tempestiva comunicazione da parte delle autorità competenti e invita la controparte a non procedere unilateralmente.