Sospetta contaminazione radioattiva, scatta il monitoraggio dei vigili del fuoco nucleo Nbcr di Caserta e dell'Ansmi Cassino. L'accertamento eseguito a Rocca D'Evandro è stato richiesto da una famiglia dopo un precedente sequestro di alcuni massi di calcestruzzo, in parte provenienti da San Vittore del Lazio. Sequestro reso necessario per sospetta radioattività. L'intervento durante oltre tre ore ha permesso di escludere la presenza di radiazioni provenienti da sorgenti artificiali.

«Tuttavia l'Arpa Campania potrebbe, nei prossimi giorni, effettuare una verifica per escludere contaminazione di natura chimica» ha aggiunto il presidente dell'Ansmi, Grossi. Sono stati utilizzati vari rilevatori in dotazione al nucleo Nbcr e il contatore geiger dell'Ansmi, Gamma Scout, per rilevare contaminazioni (alfa, beta, gamma, x) nell'ambiente, nelle cose e nelle persone.