Ieri mattina, quando ancora non era sorto il sole, il forte vento ha causato incidenti lungo la superstrada Sora-Ferentino altezza svincolo Castelliri, al chilometro 26 e 500. A farne le spese due auto che non hanno potuto nulla per evitare i rami di un albero protesi sulla carreggiata perché piegato dalle raffiche di vento.
Traffico rallentato per le auto ferme sulla strada con i vetri anteriori squassati dall'albero e altri danni alle carrozzerie e per il fusto in bilico sul guardrail.
Immediata la chiamata al numero unico che ha inviato sul posto i carabinieri di Sora e i vigili del fuoco del distaccamento di Sora che hanno messo in sicurezza il tratto di strada e liberato la carreggiata dal tronco e dai rami dell'albero.

Molto lo spavento per i conducenti delle due vetture tra cui una ragazza: dopo le formalità di rito espletate dai carabinieri, e condotte fuori la superstrada le due auto incidentate (la mancanza di visibilità era l'handicap maggiore) è stata ripristinata completamente la carreggiata. Resta la consapevolezza che in molti tratti, la superstrada Sora-Ferentino è costeggiata da alberi che non offrono le garanzie di tenuta come l'incidente di ieri mattina sta a dimostrare. Sarebbe il caso che chi ne è responsabile, ripulisse i lati della carreggiata della statale 214 dagli alberi ormai marci: ieri è toccato ai cristalli delle due automobili rimetterci, ma vengono i brividi a immaginare cosa sarebbe accaduto se a transitare mentre l'albero si abbatteva sulla strada, fosse stato un motociclista.