Nella morsa del Covid: ieri 181 nuovi casi e un decesso in provincia di Frosinone. E contagi in 43 dei 91 Comuni della Ciociaria: il 47,25%. Siamo nel pieno della quarta ondata e in una fase delicata, che vede anche l'inizio della campagna vaccinale per i bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni. Comunque,181 casi su un totale di 1.674 tamponi processati. Tasso di positività al 10,81%: in doppia cifra, il più alto della settimana. Ci sono stati pure 65 negativizzati, persone che cioè hanno superato la malattia. Si è registrata un'altra vittima. Resta stabile il numero dei ricoverati presso i reparti ordinari dello Spaziani: 41.

La situazione
Questa la mappa di ieri: 32 casi a Cassino, 14 ad Anagni, 13 a Frosinone, 12 ad Alatri, 12 a Ceccano, 10 a Paliano, 10 a Pontecorvo, 9 a Sora, 8 a Castro dei Volsci, 7 a Isola del Liri, 7 a Monte San Giovanni Campano, 5 a Ferentino, 3 a Fiuggi. Quindi 2 contagi in ciascuno dei seguenti Comuni: Arpino, Broccostella, Ceprano, Morolo, Sant'Apollinare, Supino, Torrice, Vallemaio, Veroli. Infine, 1 caso in ognuno di questi Comuni: Amaseno, Aquino, Atina, Ausonia, Boville Ernica, Campoli Appennino, Castelliri, Castrocielo, Colfelice, Fontechiari, Fumone, Guarcino, Piedimonte San Germano, Piglio, Pignataro Interamna, Pofi, Roccasecca, San Donato Val di Comino, Sant'Elia Fiumerapido, Sgurgola, Villa Santa Lucia.

Siamo nella novantaquattresima settimana dall'inizio della pandemia in provincia di Frosinone: dal primo caso del due marzo 2020 sono trascorsi 655 giorni.
In questa settimana l'andamento è stato il seguente: 48 casi il tredici, 143il quattordici, 163 il quindici, 181 il sedici. Per un totale di 535 contagi e una media giornaliera di 133,75. La novantatreesima settimana: 19 casi il sei dicembre, 123 il sette, 139 l'otto, 13 il nove, 149 il dieci, 154 l'undici, 174 il dodici. Per un totale di 771 e una media giornaliera di 110,14. In questa specifica settimana ci sono stati anche 4 decessi.
L'andamento della novantaduesima settimana: 30 casi il ventinove novembre, 94 il trenta, 76 il primo dicembre, 96 il due, 59 il tre, 97 il quattro, 101 il cinque. Per un totale di 553 e una media di 79 al giorno.

La settimana precedente, la novantunesima, era andata così: 23 casi il ventidue novembre, 58 il ventitré, 81 il ventiquattro, 56 il venticinque, 76 il ventisei, 99 il ventisette, 103 il ventotto. Per un totale di 496 e una media quotidiana di 70,85. Questo invece l'andamento della novantesima settimana: 21 casi il quindici novembre, 74 il sedici, 82 il diciassette, 61 ildiciotto, 77 il diciannove,101 il venti, 79 il ventuno. Per un totale di 495 e una media giornaliera di 70,71. Negli ultimi sette giorni ci sono stati 1.012 contagi. Per un'incidenza di nuovi casi settimanali ogni100.000 abitanti pari a 212,15. Anche questo è un valore in forte crescita. Era a quota 167,71 lunedì, a 161,64 domenica e a 146,3 sabato. Poi la situazione degli ultimi mesi. A settembre 577 contagi. Per una media di 19,23 ogni ventiquattro ore. A ottobre i casi sono stati 641, per una media di 20,67. A novembre i contagi sono stati 1.980, per una media di 66 al giorno. A dicembre 1.735 contagi in sedici giorni, per una media di 108,43 ogni ventiquattro ore. E i decessi sono 8. A dicembre 2020 c'erano stati in tutto 3.468 casi, per una media giornaliera di 111,87.
I decessi in tutto il mese furono 98. Il che conferma che rispetto a dodici mesi fa, la media giornaliera dei contagi è leggermente più bassa. Mentre sono fortemente diminuiti i numeri relativi ai ricoverati, ai pazienti in terapia intensiva, alle persone in isolamento domiciliare. E ai decessi. Su questo tipo di analisi si sta misurando l'efficacia della campagna vaccinale.

La profilassi
Dopo il vax day di mercoledì, ieri è iniziata la campagna di vaccinazione vera e propria per i bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni. Nei 5 hub dedicati della provincia di Frosinone in questo momento si viaggia ad una media di 309 dosi al giorno. L'ultima data utile adesso per la prenotazione è il 5 gennaio 2022.
In totale1.800 le prenotazioni effettuate. Sono 21.000 i bambini compresi in questa fascia di età in Ciociaria.
La Asl di Frosinone ha messo a disposizione sale pediatriche distribuite su 5 centri: ospedale di Alatri (dal lunedì al venerdì: dalle ore 15alle 18); sala teatro dello Spaziani di Frosinone (dal lunedì alla domenica: ore 9-19); ospedale di Sora (dal lunedì alla domenica: ore 16.30-19.30); Casa della salute di Pontecorvo (dal lunedì alla domenica: ore 13.30-16.30); hub Stellantis di Cassino (dal lunedì alla domenica: ore 9-19).

Il monito di D'Amato
Intanto l'assessore regionale alla sanità Alessio D'Amato ha detto: «Ci giungono troppe segnalazioni dai nostri servizi delle Asl di non collaborazione sul contact tracing e di mancato rispetto delle regole di quarantena per coloro che sono venuti in contatto con un caso positivo. Ricordo che il rispetto delle regole, compreso l'utilizzo della mascherina anche all'aperto lì dove non è possibile mantenere un distanziamento, è assolutamente fondamentale. Chiediamo pertanto la massima collaborazione soprattutto in vista delle prossime festività. L'incidenza è in aumento, il valore Rt è in diminuzione, ci sono ancora pertanto le condizioni per raffreddare la curva».

Il bollettino
Ieri in Italia nuovo record di casi della quarta ondata: 26.109, contro i 23.195 di mercoledì. Sale così a 5.308.180 il numero di persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2 dall'inizio della pandemia. I decessi sono stati 123 (martedì 129), per un totale di 135.301 vittime da febbraio 2020. Nel Lazio 2.652 contagi, ben 765 in più rispetto al giorno precedente. I decessi sono stati 12 (+1). Diminuiscono di 21 unità i ricoverati nei reparti ordinari (805), restano stabili quelli nelle terapie intensive (111). Scende il valore Rt (l'indice di trasmissibilità del virus): è a 1.01 contro 1.06 della scorsa settimana. L'incidenza di nuovi casi settimanali ogni 100.000 abitanti è a 200. Accertati altri 3 casi riconducibili alla variante Omicron. Rispetto al 16 dicembre dello scorso anno, 2.064 ricoveri in meno in area medica e 174 in meno in terapia intensiva.