Nel pomeriggio di ieri a Ceccano, i militari della locale Stazione, hanno denunciato per i reati di "tentata truffa e sostituzione di persona", un 36enne ed una 26enne di Napoli, entrambi già censiti per reati contro il patrimonio e la persona.

I militari, allertati dalla Centrale Operativa di Frosinone, sono giunti presso l'abitazione di un'anziana donna residente a Ceccano, la quale ha riferito di essersi insospettita dalla telefonata di un uomo che le diceva di essere il nipote e che di lì a poco sarebbe giunto un corriere a cui avrebbe dovuto consegnare 400 euro per la consegna di un pacco.

Effettuati gli opportuni accertamenti, gli operanti hanno deciso di perlustrare la zona circostante l'abitazione dell'anziana, individuando i due giovani partenopei, a bordo di una Fiat Panda di colore grigio, in possesso di un telefono cellulare dal quale si evinceva che l'ultima telefonata era quella fatta appunto alla donna che, tuttavia, si rifiutava di sporgere formale querela.

Sono in corso ulteriori verifiche per individuare eventuali altre vittime. Nell'ultimo periodo, complice anche l'approssimarsi delle festività natalizie, si è alzata l'attenzione dei Carabinieri della Compagnia di Frosinone che stanno predisponendo numerosi servizi, anche con autovetture civetta, al fine di prevenire la commissione di truffe e furti in abitazione.