Dopo la prima giornata di sostanziale rodaggio, tornano le targhe alterne con controlli che si annunciano più serrati da parte della polizia locale. A circolare oggi, nelle fasce orarie previste dall'ordinanza sindacale, sono i mezzi con targa dispari, sempre con le dovute eccezioni.

L'ordinanza, in generale, attraverso il coordinamento dell'assessorato all'ambiente di Massimiliano Tagliaferri, interessa i veicoli alimentati a benzina (con omologazione di categoria superiore ad euro 2) e diesel (con omologazione di categoria superiore a euro 3) con circolazione dalle 8.30 alle 13 e dalle 14:30 alle 21:30, per le giornate di lunedì (circolazione consentita ai veicoli con targa dispari) e venerdì (circolazione consentita ai veicoli con targa pari).

In deroga, possono circolare i veicoli a basso impatto ambientale, ovvero elettrici, ibridi, a metano, gpl e diesel dotati di filtro antiparticolato (FAP) con omologazione di categoria superiore a euro 3; sono esentati dai divieti i veicoli adibiti a pubblici servizi, a servizio di persone invalide e quelli comunque autorizzati dal corpo di Polizia locale per esigenze speciali.

Gli interventi programmatici per la limitazione del traffico veicolare avverranno nell'area urbana circoscritta sa un serpentone di strade che abbraccia parzialmente il centro storico e la parte bassa della città. Su queste strade la circolazione può non essere assoggettata a restrizioni ed è comunque consentito l'accesso di tutti i tipi di veicoli per raggiungere la più vicina area destinata a parcheggio (da cui sarà quindi possibile recarsi presso le varie zone del centro urbano mediante i servizi di trasporto pubblico), come piazza Salvo D'Acquisto, piazza Falcone e Borsellino (antistante la villa comunale), piazza Martiri delle Foibe (parcheggio Questura, in via Vado del Tufo).

In occasione della prima giornata di targhe alterne, che si è svolta venerdì scorso, la polizia locale ha fatto, particolarmente, attività di informazione e prevenzione, mentre per oggi verrà applicato un pugno più duro nei confronti dei trasgressori.