Continua incessante il fenomeno dell'abbandono indiscriminato dei rifiuti sul territorio, ma altrettanto insistente è l'opera di controllo, di repressione e di sanzione dei comportamenti errati.

Negli ultimi giorni sono stati otto i cittadini privati incappati nelle maglie o, per meglio dire, finiti sotto l'occhio attento e vigile delle telecamere di videosorveglianza ambientale, le quali hanno ripreso azioni che nulla hanno a che vedere con il rispetto dell'ambiente e lo smaltimento corretto dell'immondizia: per tutti loro, dopo i dovuti accertamenti, sono scattati i verbali e le relative multe. Ma non basta: due attività commerciali sono state sanzionate, sempre per abbandono rifiuti, nelle aree mercatali di Tecchiena e di Alatri.

Inoltre, sempre in tema di utenze commerciali, gli interventi di ispezione, coordinati direttamente dalla Polizia municipale e dalla società De Vizia, stanno consentendo di ridurre notevolmente il quantitativo dell'indifferenziato, che termina poi in discarica, con la conseguente maggior differenziazione dell'immondizia, lasciata – a seconda della tipologia – negli appositi sacchi forniti.

Un'azione amministrativa, dunque, che cresce, con il passare del tempo, per sradicare condotte deleterie per l'ambiente e che hanno grandi costi sociali ed economici: solamente negli ultimi giorni, gli addetti della ditta incaricata sono intervenuti per rimuovere micro-discariche abusive individuate nelle aree di Tecchiena, di Colle San Pietro, prima del cavalcavia della Superstrada Ferentino-Sora in contrada Laguccio.

Sono stati infine posti nuovi cartelli indicatori che segnalano la presenza dei sistemi di videosorveglianza ambientale, sui quali il Comune ha investito importanti risorse: serviranno a scoraggiare i maleducati.