L'amico che ha portato Pincarelli via dal luogo dove è morto Willy Monteiro Duarte rischia l'incriminazione per falsa testimonianza. Davanti alla Corte d'assise di Frosinone chiamata a giudicare i fratelli Marco e Gabreile Bianchi, Mario Pincarelli e Francesco Belleggia, i quattro ragazzi di Artena accusati dell'omicidio del cuoco di origini capoverdiane, sfilano i testi delle difese.

Il processo si avvia a concludersi senza particolari scossoni fino a quando viene ascoltato uno dei presenti la sera del 5 settembre 2020 a Colleferro. L'udienza inizia con l'audizione della genetista forense Marina Baldi chiamata dall'avvocato Vito Perugini, difensore di Belleggia. Depone sulle tracce di Dna trovate sugli scarponi di Belleggia. Sono di un profilo misto, ma anche dell'amico di Willy, Samuele Cenciarelli.

DA NON PERDERE!

Tutti gli approfondimenti su questo argomento sono disponibili nell'edizione odierna, in edicola o nella versione digitale di Ciociaria Oggi.

EDICOLA DIGITALE: Approfitta dell'offerta, un mese a soli € 0.99