Trentaduesimo anniversario della "Giornata dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza", il Comune dona agli scolari del paese libri che affrontano temi significativi. È durato circa una settimana il tour nei plessi scolastici da parte dell'assessore alla cultura, all'istruzione e alla biblioteca Anna Maria Fratarcangeli per vivere in modo significativo la ricorrenza che cadeva lo scorso 20 novembre, ma le cui attività scolastiche si sono protratte per una decina di giorni.

"Abbiamo deciso di portare avanti l'idea nata nel 2019 con il coinvolgimento della biblioteca comunale - spiegano il sindaco Enzo Perciballi e l'assessore Anna Maria Fratarcangeli - donando a ciascun plesso dei libri con delle tematiche importanti. L'idea nasce per celebrare un giorno dall'alto valore simbolico che è quello dei diritti per i bambini e adolescenti, per continuare a promuovere la lettura e per far conoscere la biblioteca, oltre che per far sentire la vicinanza ai bambini e agli adolescenti del nostro territorio".

"È stato bello aggiungono i due amministratori constatare come ciascuno abbia apprezzato il gesto soprattutto perché i libri che sono stati donati vengono impiegati nelle attività didattiche durante l'anno scolastico. Altrettanto bello è stato ricevere una grande accoglienza da parte di tutti i bambini, poter ascoltare filastrocche a tema, canzoni e diritti che avevano imparato per l'occasione e soprattutto vederli consapevoli e protagonisti durante un giorno che hanno sentito "proprio" e per il quale meritano, sempre, tanta attenzione".

Per la scuola media i volumi sono stati consegnati nelle mani del baby sindaco mentre per la scuola primaria sono stati consegnati singolarmente a ciascun plesso.