Buoni spesa e contributi integrativi per il pagamento degli affitti sono le due importanti misure di welfare varate dall'amministrazione comunale di Sant'Ambrogio sul Garigliano per aiutare le famiglie del paese in difficoltà.

«Ci muoviamo ancora una volta nell'ottica di essere vicini concretamente ai cittadini», ha detto il sindaco del piccolo centro della valle dei santi, Sergio Messore, che ha presieduto le giunte municipali che hanno deciso le due misure di sostegno. Dunque, prima di tutto, sono in arrivo buoni spesa: le famiglie particolarmente esposte agli effetti economici derivanti dal perdurare della pandemia da Covid-19 e non beneficiarie di altri sostegni pubblici possono presentare domanda il Comune entro il prossimo sei dicembre.

Un contributo che risulta essere particolarmente importante, soprattutto con l'imminente arrivo delle prossime festività natalizie. Grazie a questi buoni che saranno distribuiti si potranno aiutate le tante famiglie che, dal principio della pandemia, hanno dovuto fare i conti con bilanci che sempre più ridotti a causa della perdita di posti di lavoro o di riduzioni dello stipendio.

C'è tempo, invece, fino al venti gennaio per presentare domanda e partecipare all'avviso pubblico per la concessione di contributi integrativi per il pagamento dei canoni di locazione. Torna, intanto, a far paura anche la ripresa dei contagi e la curva dei positivi che torna a salire. Infatti sono quattro i nuovi casi di persone che sono risultate positive al Coronavirus a Sant'Ambrogio sul Garigliano.